• SERVIZI

Marketing 2.0

Come già accennato in precedenti articoli, il marketing è una scienza che studia il mercato ed i rapporti tra mercato, impresa e consumatore.

Al giorno d’oggi, però, il marketing è noto soprattutto perché, tra i suoi obiettivi principali, ha anche quello di elaborare strategie utili per migliorare la comunicazione tra impresa e clienti e quindi far si che l’azienda acquisisca nuovi clienti e fidelizzi i vecchi.

Per attirare l’attenzione del cliente esistono diversi mezzi: tradizionali ed innovativi, ovviamente come ogni scienza anche il marketing è soggetto ad evoluzione, e proprio quest’ultima è alla base del famoso marketing 2,0.

Metodi Tradizionali: brochure, biglietti da visita, cartelloni pubblicitari, tv, radio, giornali ecc..

Metodi Innovativi (marketing 2.0): sito internet, blog, email marketing, social media marketing ecc..

Ogni imprenditore che si rispetti ha le idee ben chiare su chi sia il proprio target di riferimento, ossia chi siano i suoi clienti, quali luoghi frequentano, quali possano essere i loro gusti e persino le loro idee in merito a cultura e società.

Attendere che sia il cliente a venire a cercarti non è una buona strategia, occorre far capire al cliente quale sia il suo bisogno e poi fornirgli la migliore soluzione possibile affinché quest’ultimo possa essere pienamente soddisfatto.

Purtroppo, però, molti di coloro che si improvvisano imprenditori, non hanno le idee chiare sul concetto basilare di marketing.

Spesso, quando gli si chiede dove siano i loro clienti e come intendono portarli a “spendere” nella loro impresa, la risposta è scontata e banale.

Un imprenditore X, appartenente alla categoria sopracitata, direbbe:

“Chiunque può essere mio cliente, se vogliono sanno dove trovarmi”.

Chiariamo subito il punto:

NO, non tutti sono tuoi clienti. Alcune persone, dei tuoi servizi/prodotti, non sanno proprio cosa farsene.

NO, non sanno dove trovarti se tu non gli indichi la sede della tua attività e non ti rendi appetibile, oltre che visibile.

In verità posso dirti che una buona percentuale di clienti, indipendentemente dal settore di riferimento in cui opera l’azienda, è certamente su internet, magari starà navigando su google, o starà passando del tempo su un social network.

Questa verità trasforma radicalmente il mondo del marketing e della pubblicità, creando il marketing 2’0, perché se il tuo cliente cerca il tuo prodotto su Google, a nulla è valso il tuo cospicuo investimento in cartellonistica stradale o in banner pubblicitari su questa o quella rivista.

Se vuoi beccare quel cliente hai solo una scelta, essere li dove è lui, on-line.

Come?

Con un sito internet, con le pagine aziendali sui principali social network ecc..

Occorre poi considerare che la vecchia pubblicità cartacea ha molti limiti:

  • Non sarai in grado di monitorare il numero di persone che ha effettivamente letto il tuo volantino.
  • Non potrai mai sapere quante copie del giornale, siano state vendute, né quante di quelle vendute siano state realmente lette, né tanto meno quanti, tra quei lettori, si siano soffermati a leggere la tua pubblicità

Quindi il tuo investimento potrebbe essere stato non solo un fiasco dal punto di vista dell’intento, ma anche dannoso per le tue finanze, in quanto non in grado di richiamare nuovi clienti capaci, con i loro acquisti, di ammortizzare i tuoi costi pubblicitari.

Il Web Marketing, invece, ti offre numerosissimi vantaggi:

1) Ti permette di raggiungere direttamente i tuoi clienti: su internet;

2) Ti rende visibile ad un numero illimitato di persone;

3) Puoi permette di monitorare i risultati della tua strategia di pubblicitaria.

In poche parole ti permette di adeguare la strategia in corso d’opera, cambiare i contenuti e l’immagine, sospendere la pubblicità in qualsiasi momento e riattivarla all’occorrenza ecc..

Questo è il marketing 2.0, non è il futuro ma il presente.

Tu vivi nel presente o nel passato?

I tuoi clienti, e la tua concorrenza, purtroppo, vivono il presente.

Mario Contino
MCommunication

L’importanza del Marketing.

Inutile negare l’evidenza, al giorno d’oggi le aziende vincenti sono quelle che adottano una o più strategie di marketing studiate per raggiungere obiettivi ben precisi.
Sono molti gli esperti, o presunti tali, che oggi citano il termine marketing, spesso travisandone il vero significato.
Il marketing è: “l’insieme delle attività strategicamente predisposte, attuate da un’azienda per trasmettere al proprio target di riferimento, un messaggio specifico. Ossia far capire ai clienti ed ai potenziali clienti, quale sia il valore aggiunto che il proprio prodotto, o servizio, apporta per poter sopperire ad una specifica esigenza nel modo più efficiente possibile”.
Chi si occupa del vostro marketing, ed in particolare del “social marketing” (in un articolo differente chiariremo l’importanza del marketing 2.0), deve far trapelare un solo e semplice messaggio: il vostro prodotto/servizio è unico ed indispensabile al fine del soddisfacimento dello specifico bisogno.
Pongo un’esempio classico: proporre un prodotto che sfami il cliente, nel campo del food, è cosa da tutti. Differente è creare una strategia che tenga in considerazione diversi fattori: La salute, il rispetto dell’ambiente, il rispetto degli animali, la tecnica di preparazione particolare ecc..
In poche parole una buona strategia di marketing ti porterà a soddisfare il medesimo bisogno che soddisfano i tuoi concorrenti, ma in modo unico, soddisfando contemporaneamente bisogni secondari che i tuoi clienti non sapevano neppure di avere.
Tu sei ciò che vendi, ma sei anche definito in relazione a come lo vendi.

Detto ciò, senza perdermi troppo in chiacchiere, spero di aver fatto comprendere che affidarsi a venditori di fumo è inutile e dispendioso.
Occorre rivolgersi sempre e solo a professionisti del settore.

Mario Contino
(MCommunication)