La concorrenza sleale

Purtroppo quella della concorrenza sleale è una pratica, illegale, direttamente collegata al mondo del marketing e della comunicazione.
Per meglio comprendere tale fenomeno e, soprattutto, per fornire informazioni utili a difendersi da questi illeciti, abbiamo chiesto informazioni ad un investigatore privato in puglia, che tra gli altri servizi offre anche quello utile a smascherare, provare e risolvere il problema.

Concorrenza sleale nel Codice Civile

Articolo 2598 Codice Civile 2020, (R.D. 16 marzo 1942, n. 262) [Aggiornato al 30/09/2020]
Atti di concorrenza sleale:
Ferme le disposizioni che concernono la tutela dei segni distintivi [2563, 2568, 2569] e dei diritti di brevetto [2584, 2592, 2593], compie atti di concorrenza(1) sleale chiunque:
1) usa nomi o segni distintivi idonei a produrre confusione [2564] con i nomi o i segni distintivi legittimamente usati da altri, o imita servilmente i prodotti di un concorrente, o compie con qualsiasi altro mezzo atti idonei a creare confusione con i prodotti e con l’attività di un concorrente;
2) diffonde notizie e apprezzamenti sui prodotti e sull’attività di un concorrente, idonei a determinarne il discredito, o si appropria di pregi dei prodotti o dell’impresa di un concorrente(2);
3) si vale direttamente o indirettamente di ogni altro mezzo non conforme ai principi della correttezza professionale e idoneo a danneggiare l’altrui azienda [1175, 2599, 2600].

L’agenzia investigativa alla quale ci siamo rivolti, ci ha illuminati su questo problema in rapida crescita, e al quale spesso non si presta la dovuta attenzione: “La sfida tra competitors aziendali può sfociare in comportamenti di concorrenza sleale, i quali possono causare ingenti danni alla propria azienda, sia sotto il profilo economico che sotto il profilo pubblicitario e/o di credibilità della stessa. Noi di Iuris Investigazioni interveniamo, a seguito di regolare mandato, al fine di scoprire taluni comportamenti illeciti, e quindi proteggere il tuo brand e la proprietà intellettuale dei tuoi brevetti, marchi e progettazioni”.

Se persino gli investigatori privati hanno dovuto attivare specifici servizi per fronteggiare questo problema, c’è veramente da stare ben attenti. Creare un brand di successo richiede sforzi e sacrifici, anche economici, ed il lavoro potrebbe facilmente essere vanificato da quanti, incuranti e irrispettosi degli altrui sforzi, decidessero di fare un uso illecito dell’altrui proprietà.


This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.  Per saperne di più